Serbatoio, piastra e potenza: ecco le caratteristiche da valutare in un ferro da stiro a vapore

Stai valutando la possibilità di acquistare un buon ferro da stiro con caldaia? Serbatoio, piastra e potenza sono gli elementi e da cui partire per non sbagliare nella scelta del migliore ferro da stiri con caldaia.

Sembra semplice acquistare un ferro da stiro, in effetti non lo è affatto ed è facile cadere in errore. Da dove partire per valutare le principali caratteristiche tecniche e funzionali di un ferro da stiro con caldaia? Segui questa guida di Ferridastiroconcaldaia.it e apprendi le migliori informazioni su serbatoio, piastra e potenza dei ferri da stiro.

Serbatoio

Il serbatoio è il primo elemento e caratteristica che deve essere valutata ad hoc prima di acquistare un ferro da stiro con caldaia. Per chi stira “montagne” di bucato per più ore consecutive, è importante valutare la capienza dello stesso serbatoio in modo tale da evitare perdite di tempo nel riempirlo con l’acqua.

Se si stira per molte ore il consiglio della Redazione di ferridastiroconcaldaia.it è quello di valutare sempre l’acquisto di un ferro che abbia in dotazione una caldaia dalla grossa capacità di contenere acqua, almeno 1,5 litri. Più è capiente il serbatoio e più è il tempo che si può risparmiare.

Infatti, scegliere un ferro con un capiente serbatoio, permette di inviare l’acqua demineralizzata alla caldaia che la riscalda e la trasforma in vapore.

In questo modo si può stirare per ore e ore senza dover ricaricare acqua da trasformare in vapore acqueo: il getto di vapore è assicurato dalla presenza costante del liquido in serbatoio.

Altro elemento da valutare è il sistema anti calcare: nei ferri da stiro con caldaia, l’acqua salina che viene immessa nel serbatoio spesso e volentieri contribuisce alla formazione del calcare che si deposita proprio nella caldaia e va ad ostruire i fori della piastra.

Un consiglio è di valutare sempre l’acquisto dei marchi e modelli con il sistema anticalcare in modo tale che quando si stira, non si incorre nella possibilità di cagionare macchie sui tessuti.

Piastra

Altro elemento importante da valutare nell’acquisto di un ferro da stiro è la piastra che può essere acquistata di materiali diversi: in acciaio inox, alluminio, leghe metalliche, teflon ed in ceramica.

La piastra deve essere super liscia e deve essere dotata di tanti forellini da cui viene erogato il vapore: i forellini devono essere concentrati sulla punta “arrotondata” del ferro che deve scorrere sui capi.

Grazie all’acquisto di un ferro da stiro con piastra liscissima si può garantire un risultato visibilmente perfetto nel minore tempo possibile e senza troppe fatiche.

Attenzione ai materiali delle piastre:

  • l’acciaio Inox è un materiale che ha il grande pregio di resistere con particolare successo alla ruggine. Grazie alla piastra in acciaio il calore si espande in maniera omogenea sulle fibre tessili e favorisce ottime prestazioni in tempi ridotti,
  • il Teflon è una lega di materiale plastico che assicura la scorrevolezza, la sua principale qualità è quella di garantire omogeneità nella propagazione del calore sulle fibre. Ciò assicura fluidità e velocità nella sessione del lavoro,
  • la ceramica assicura risultati perfetti: è ideale per stirare le camicie (specie i colletti, polsini), nelle cuciture di pantaloni di fibra naturale (lino) e per i caldi capi in lana mohair. L’unico inconveniente è che la piastra in ceramica è soggetta ad una maggiore esposizione alla senescenza, ai graffi e risulta meno resistente nel tempo,
  • l’alluminio ha il pregio di essere resistente ma pecca nella sua capacità di distribuire il calore in maniera omogenea lungo tutta la superficie. Ideale per chi stira prediligendo la punta del ferro da stiro e per chi ricerca lavori di precisione.

Quali prediligere? Tra tutti i materiali sopra esposti non ne esiste uno che più di altri possa essere prediletto, il tutto dipende dal risultato che si vuole ottenere e dal tessuto del capo da stirare.

Potenza ed autonomia

Il funzionamento del ferro da stiro a vapore dipende dalla sua potenza (wattaggio) che incide sul sistema di riscaldamento del ferro da stiro.

Un ferro da stiro con caldaia deve essere valutato prestando la dovuta attenzione alle sue ottime prestazioni ed alla potenza dato che incide profondamente sulla velocità di riscaldamento, sulla produzione di vapore, sulla velocità e sulla qualità della stiratura.

Un ferro da stiro con caldaia con un assorbimento di 2000 W può essere considerato potente e veloce nel raggiungere la temperatura ideale per iniziare a stirare.
Al wattaggio è legato il consumo energetico del ferro da stiro, anche se quelli di ultima generazione vantano la funzione Eco, che permette di ridurre gli sprechi di corrente e di “tagliare” i costi sulle bollette di utenza domestica.

Serbatoio, piastra e potenza: ecco le caratteristiche da valutare in un ferro da stiro a vapore
5 (100%) 1 vote
6190 6210 7192 7187 7111 6197 6165 6232 6526 6514
Back to top