Manutenzione e pulizia del ferro da stiro con caldaia

Il ferro da stiro con caldaia è uno di quegli apparecchi che per funzionare al meglio e durare a lungo richiede adeguate e regolari operazioni di manutenzione e pulizia.
Uno dei problemi principali che bisogna fronteggiare è la formazione del calcare, che compromette il funzionamento del ferro, esponendolo al rischio di guasti.
Per l’utilizzo ottimale del vostro elettrodomestico, anche in termini di manutenzione e pulizia, fate riferimento al manuale di istruzioni fornito dalla casa produttrice. Ma se volete essere sicuri che la vostra piastra scorra bene sui capi e non sgoccioli, provate i seguenti rimedi casalinghi adatti a tutte le tipologie di ferro da stiro con caldaia.

Manutenzione e pulizia del ferro da stiro a caldaia

Stirare di per sé è un’operazione abbastanza semplice, anche se non sempre piacevole, che richiede una certa dose di pratica. Non tutti sanno che un’adeguata manutenzione del ferro da stiro, oltre a prevenire eventuali guasti e a rendere l’apparecchio più longevo, permette di rendere la piastra più scorrevole e di migliorare la diffusione del calore e l’emissione del vapore, facilitando la stiratura.

Quando si effettuano le operazioni di manutenzione e pulizia del ferro da stiro con caldaia, bisogna sempre accertarsi che non interferiscano con le funzioni autopulenti incorporate nell’apparecchio. La frequenza con cui vanno eseguite dipende dall’uso più o meno intenso del ferro; in linea generale, si consiglia di effettuarle con cadenza mensile.

Ecco alcuni accorgimenti per allungare la durata del ferro da stiro con caldaia:

  • Evitate di passare la piastra rovente su bottoni e cerniere.
  • Svuotate la caldaia dopo l’utilizzo.
  • Prestare molta attenzione alla durezza dell’acqua.

Se l’apparecchio è di fascia bassa e non possiede alcun sistema anticalcare, è preferibile utilizzare acqua demineralizzata o acqua minerale in bottiglia. Se invece avete un modello di fascia media o superiore, potete anche usare l’acqua del rubinetto, purché non sia troppo dura, ovvero non superi i 20°f (gradi francesi). In caso contrario, i libretti di istruzioni consigliano di diluire l’acqua di rubinetto con l’acqua demineralizzata o distillata in rapporto 50/50. Per misurare i gradi francesi dell’acqua potete acquistare un kit per l’analisi della durezza dell’acqua.

Cominciate la pulizia del ferro da stiro detergendo la carcassa esterna con un panno umido, accertandovi preventivamente che il cavo di alimentazione dell’apparecchio sia scollegato dalla presa.

Come pulire la caldaia del ferro da stiro

Lo scopo principale della pulizia della caldaia del ferro da stiro è quello di rimuovere il calcare formatosi al suo interno. Il calcare altro non è che carbonato di calcio o di magnesio che comincia a depositarsi quando l’acqua viene portata ad alte temperature e che, utilizzo dopo utilizzo, crea incrostazioni nella caldaia, nella piastra e nei condotti. Il calcare è il nemico numero uno del ferro da stiro a caldaia in quanto causa otturazioni e gocciolamenti e compromette la trasmissione del calore e l’emissione del vapore. Per fronteggiare il problema delle formazioni calcaree, molti ferri da stiro in commercio adottano uno o più sistemi anticalcare volti a pulire automaticamente la caldaia, eliminando il calcare in eccesso.

Gli apparecchi che non sono dotati di questo sistema necessitano invece di un intervento manuale o, qualora siano particolarmente datati, dell’uso di un prodotto anticalcare.
Per pulire e disincrostare la caldaia del ferro da stiro procedete in questa sequenza:

  1.  Create una soluzione composta da acqua e aceto in parti uguali;
  2. Versate la soluzione nel serbatoio fino a riempirlo interamente
  3. Accendete il ferro e fate scaldare la piastra fino a quando sarà pronta ad emettere il vapore;
  4. Quando il ferro avrà raggiunto la temperatura giusta, scaricate l’acqua tramite il vapore finché non sarà completamente evaporata (fate questa operazione dentro la vasca o il lavandino);
  5. Aspettate che il ferro si sia raffreddato, dopodiché svuotate il serbatoio in modo da espellere, insieme al liquido, i residui di calcare;
  6. Ripetete l’operazione daccapo cambiando le proporzioni della soluzione (90% di acqua, 10% di aceto).

Come pulire la piastra del ferro da stiro

Di solito il libretto di istruzioni del ferro da stiro suggerisce di pulire la piastra semplicemente con un panno umido. Se però vi sono delle macchie di bruciato, un rimedio casalingo dall’efficacia empiricamente dimostrata suggerisce di procurarsi una spugnetta o un panno non abrasivo e di procedere come segue:

  • Preparate un composto con aceto e sale grosso e lasciatelo riposare per qualche minuto;
  • Inumidite il panno o la spugnetta non abrasiva con la soluzione;
  • Strofinate energicamente la spugna sulla piastra finché non diventa perfettamente lucida;
  • Eliminate ogni eventuale residuo di sale con un panno asciutto.

Al posto dell’aceto, potete usare una soluzione di acqua e limone.

Per eliminare dalla piastra del ferro da stiro le macchie marroncine dovute alla “cottura” dell’amido alle alte temperature, prendete una candela bianca, strofinatela sulla piastra tiepida e rimuovete la cera con un panno morbido.
Come già accennato, le case produttrici consigliano di pulire la piastra semplicemente con un panno umido. Tutt’al più è consentito l’utilizzo di appositi stick da strofinare con delicatezza sulla piastra del ferro per poi passare un panno asciutto per rimuovere i residui. In commercio esistono anche delle comode salviette specifiche per la pulizia della piastra.

Sistemi anticalcare in dotazione con i ferri da stiro a caldaia

Esistono diversi tipi di sistemi anticalcare per ferri da stiro con caldaia; i più diffusi sono:

  • Sistema a cartuccia: include una cartuccia anticalcare da sostituire quando la spia lampeggia e/o viene emesso un segnale acustico;
  • Sistema a risciacquo rapido: si riempie il serbatoio con acqua pulita, si muove la caldaia per agevolare il distaccamento delle particelle di calcare dalle pareti interne e si lascia uscire l’acqua;
  • Sistema a contenitore esterno: si mette la piastra del ferro su un contenitore in dotazione e si avvia la funzione di espulsione del calcare: il calcare verrà espulso attraverso i fori della piastra. Si continua fino a completo svuotamento del serbatoio dell’acqua (un segnale acustico indicherà la fine del procedimento).

Un altro sistema di decalcificazione è quello a espulsione diretta: tramite un allarme acustico e/o visivo, il sistema stirante avverte dell’elevato tasso di calcare. A questo punto, si posiziona un contenitore qualunque sotto il tappo di chiusura, si apre la manopola e si lascia defluire l’acqua con le scaglie di calcare in eccesso.
È importante ricordare che le procedure di rimozione del calcare sopraccitate sono indispensabili per prolungare la vita del vostro ferro da stiro a caldaia e ottimizzare le performance di stiratura.

Manutenzione e pulizia del ferro da stiro con caldaia
Ti è piaciuto il post?
6190 6210 7192 7187 7111 6197 6165 6232 6526 6514
Back to top