Ferro da stiro acceso per ore: consumi energetici e costi. Quanto consuma un ferro da stiro con caldaia?

Hai timore ad accendere il ferro da stiro con caldaia per gli elevati consumi elettrici? L’attività di stiratura incide profondamente sui consumi energetici e sui costi delle bollette domestiche, che fare? La maggior parte delle volte si fa a meno di stirare in casa “delegando” l’attività alle lavanderie e/o alle stirerie specializzate, altre volte si predilige rivolgersi a lavoratrici domestiche che svolgono quest’attività nella loro abitazione privata.

Sei davvero sicuro di risparmiare “delegando” l’attività di stiratura a soggetti esterni? Quanto consuma un ferro da stiro con caldaia? Procediamo con ordine e cerchiamo di comprendere effettivamente quali possono essere i costi di energia elettrica che occorre sostenere se si utilizza per ore il ferro da stiro a vapore con caldaia. Segui la nostra guida ed opta per l’acquisto del ferro con caldaia più congeniale per le tue tasche.

Stirare con ferro con caldaia: consumi energetici e costi

Stirare con il ferro da stiro con caldaia ha un suo prezzo, non solo in termini di impegno, sudore, fatica ma, soprattutto in termini economici e di esborso monetario che deve essere sostenuto da chi tiene diverse ore acceso il piccolo elettrodomestico.

Sia che si tratti di ferri da stiro a caldaia che di generatore di vapore, questi piccoli elettrodomestici hanno un serbatoio molto capiente che permettono di avere una lunga sessione di lavoro.

Dato che il ferro da stiro con caldaia assicura prestazioni nettamente superiori rispetto ad un ferro da stiro tradizionale, esso può produrre dai 70/80 grammi al minuto fino a 180 g/min di vapore continuo; alcuni modelli di ferri da stiro sono in grado di garantire colpi di vapore fino a 400/500 g/min.

Ecco di seguito un prospetto che riepiloga in sintesi la potenza, i grammi di vapore erogati al minuto ed il costo di energia elettrica in 60 minuti di sessione di lavoro con ferro da stiro acceso.

Tipo di ferro da stiroPotenzaVapore regolabileCosto di energia elettrica in 1 ora di lavoro
Ferro a caldaia1800 W70 g/min0,45 euro
Ferro a caldaia2000 W120 g/min0,6 euro
Ferro a caldaia2400 W150 g/min0,7 euro

Un ferro da stiro con maggiore potenza è in grado di scaldarsi molto più velocemente di un ferro da stiro compatto o poco potente: ciò ha un maggiore impatto sui consumi energetici, ma è più veloce nelle operazioni di stiratura. Pertanto, con un ferro da stiro potente risultato inferiori le ore necessarie per stirare le camicie e tutto il bucato.

Infatti, se si opta per l’acquisto di un ferro da stiro a caldaia con Wattaggio basso si può stirare in media 4/5 camicie in 1 ora; se si opta per i ferri di fascia elevata in 60 minuti è possibile stirare un numero doppio di camicie (circa 9/10).

Dunque, acquistare un ferro da stiro con caldaia più potente comporta un maggiore consumo energetico, ma minori ore di lavoro. In conclusione, la Redazione di Ferridastiroconcaldaia consiglia di optare sempre per l’acquisto di un ferro da stiro con caldaia di wattaggio potente e di fascia top che assicura prestazioni assimilabili a quella dei ferri da stiro a secco e consente di beneficiare di un minore numero di ore da dedicare all’attività di stiratura.

Ferro da stiro acceso per ore: consumi energetici e costi. Quanto consuma un ferro da stiro con caldaia?
Ti è piaciuto il post?
6190 6210 7192 7187 7111 6197 6165 6232 6526 6514
Back to top